Ultimi aggiornamenti del sito       La Pratica Osservativa dell\' Allenatore di Portieri nel Settore Giovanile

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Top Allenatori | Tecnici che hanno scritto la storia nello Sport

responsiveresponsiveIn questa sezione ho voluto racchiudere cenni biografici di Allenatori che ritengo Top, capaci di scrivere pagine importanti negli sport di squadra in cui operavano, sia per quanto riguarda i risultati sportivi, sia per la componente umana che mettevano in gioco nella gestione dei propri giocatori. Esempi che possono insegnarci a tracciare adeguate direzioni da seguire per realizzarci compiutamente come Allenatori , da cui estrapolare idee e comportamenti per poter mettere al servizio in modo efficace competenze ed esperienzeresponsive

Storie di Sport | Personaggi, storie, episodi dal mondo dello Sport

responsiveresponsiveStorie di Sport, raccogliere racconti di piccole e grandi imprese in ogni sport, da quelli più famosi a quelli meno praticati. Condividere le storie e le emozioni di cui sono stati protagonisti atleti conosciuti o ignoti, celebrati eroi o semplici meteore. responsive

Jesùs Velasco

Jesùs Velasco

Nato a Madrid il 2 Gennaio 1967, Jesús Tejada Velasco è un allenatore di calcio a 5 laureato in Educazione Fisica presso l’INEF di Madrid. Come giocatore ha militato fino al 1991 in Liga Nacional de Fútbol Sala nella Division de Honor, con il Toledart, giocando da centrale, ma ben presto si trova a dover scegliere tra la carriera di giocatore e quella di allenatore, passando al ruolo tecnico dapprima nel Caja Toledo come assistente, poi come allenatore al CLM Talavera. Finita l’esperienza al Talavera, comincia per Velasco quella in Serie A2 all’Extremadura; nel frattempo, da settembre a fine ottobre, Velasco è allenatore della Nazionale Spagnola Under 18. Entrambe le esperienze finiscono però anzitempo, perché Velasco a novembre viene convinto dal Torino a tentare la grande avventura italiana: una scommessa vinta vincendo Supercoppa e Scudetto. Peccato però che proprio la finale-scudetto sia per la società granata il canto del cigno: il Torino si scioglie subito dopo.

responsive

Nella stagione successiva Velasco ritorna in Spagna per guidare il MRA Gvtarra Xota, anche se l'avventura di Pamplona non è positiva: manca il feeling allenatore-giocatori e senza fare drammi il coach iberico a dicembre si chiarisce con la società e decide di lasciare.  Poche settimane dopo, nel periodo natalizione accetta di tornare in Italia in Serie A1 come allenatore del A.S.D. Petrarca Padova Calcio a 5, che sembra ormai avviato alla retrocessione. Terminata l'esperienza euganea Velasco accetta di guidare il Prato Calcio a 5 con cui inizierà un'esperienza vincendo due campionati e due Coppe Italia. Il ciclo vincente in Campionato del "mago" s'interrompe nel 2005-2006 quando si trasferisce alla Luparense Calcio a 5, domina tutta la stagione regolare ma viene eliminato in semifinale Playoff; vince comunque la Coppa Italia 2006. La stagione 2006-2007 è la seconda per Velasco sulla panchina dei veneti della Luparense ed al termine della stagione conquista il suo quarto titolo italiano e il primo per la squadra di San Martino di Lupari. responsiveSuccessivamente ha vinto Supercoppa Italiana nel 2007, Coppa Italia 2008 e Serie A 2007-2008 sempre con la Luparense dominando l'intera stagiona in tutte le competizioni, e non trovando praticamente mai ostacoli nella corsa al Tricolore, subendo una sola sconfitta in tutta la stagione. Il 28 ottobre 2008 vince nuovamente la Supercoppa Italiana con la Luparense battendo in finale 4 a 2 l'Augusta a San Martino di Lupari e chiude la stagione conquistando nuovamente lo scudetto con la Luparense Calcio a 5.

Al termine della Finale Scudetto 2009 dopo aver vinto il suo sesto Scudetto dichiara in diretta Rai di tornare ad allenare in Spagna al Caja Segovia Fútbol Sala, club che allenerà fino alla stagione 2011-2012, con nessun titolo vinto, ma due semifinali ed una finalissima per il titolo della LNFS. Nel giugno del 2012 ha lasciato Segovia per trasferirsi nella Capitale, sulla panchina dell'Inter Movistar.

Pin It

Altri Articoli | Top Allenatori