Ultimi aggiornamenti del sito       La Pratica Osservativa dell\' Allenatore di Portieri nel Settore Giovanile

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

News Mondo Portiere | Notizie varie dal mondo del Portiere

responsiveresponsiveSezione in cui cercherò di raccogliere periodicamente le notizie o le curiosità che attireranno il mio interesse, tratti da web-site tematici in lingua italiana sul mondo del Portiere. Buona lettura.responsive

Non solo Szczesny, dietro le sue parate c'è il lavoro di Marco Savorani

Le prodezze di Wojciech Szczesny contro il Genoa sono solo le ultime di una lunga serie di partite in cui il portiere polacco ha trovato un’elevata continuità di rendimento. Rimbomba ancora l’eco delle critiche piovute dopo gli errori di Borisov, tra chi lo esortava a tornare a Londra e chi s’interrogava se fosse un portiere affidabile o meno.

Le prodezze di Wojciech Szczesny contro il Genoa sono solo le ultime di una lunga serie di partite in cui il portiere polacco ha trovato un’elevata continuità di rendimento. Rimbomba ancora l’eco delle critiche piovute dopo gli errori di Borisov, tra chi lo esortava a tornare a Londra e chi s’interrogava se fosse un portiere affidabile o meno. A distanza di poco più di un anno al posto di questo brusio di fondo si è sollevato il silenzio. Forse sinonimo di comprensione del valore del numero uno giallorosso o più semplicemente la vergogna ha prevalso. La crescita del ragazzo di Varsavia, in prestito dall’Arsenal, però non viene da sola. Dietro le qualità indubbie e il valore umano e professionale di Szczesny c’è il lavoro di chi spesso rimane nell’ombra, in questo caso parliamo di Marco Savorani.

NEL DESTINO LA ROMA - Nato il 31 Marzo del 1965 a Roma, Marco Savorani cresce come romano e romanista nelle giovanili dei giallorossi. Nel 1983-1984 trionfa nel Campionato Primavera giocando da protagonista la finale contro il Milan Primavera. La carriera poi lo allontana da Roma, da calciatore veste le maglie di Piacenza, Lodigiani, Carrarese, Barletta, Como, Pescara e Gualdo. Proprio al Casacastalda nel 2000 decide di ritirarsi dal calcio giocato e di intraprendere la carriera da preparatore dei portieri. Le sue sono tutte esperienze importanti. Prima al Piacenza di Giuseppe Iachini, poi al Chievo Verona, la breve parentesi con l’Atalanta di Gregucci, il Siena di Antonio Conte e Giuseppe Sannino e dal 2014/2015, ritorna nella sua casa biologica: Roma. Diventa infatti il preparatore dei portieri della Primavera di Alberto De Rossi, dove - tra gli altri - vede crescere sotto le sue cure Lorenzo Crisanto. Nella stagione in corso viene chiamato a far parte dello staff di Luciano Spalletti per sostituire Guido Nanni.

continua a leggere .....

 

di Davide Aprilini

( Fonte InsideRoma )

Pin It

Altre Notizie | Notizie varie dal mondo dei Portieri