Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

News Mondo Portiere | Notizie varie dal mondo del Portiere

responsiveresponsiveSezione in cui cercherò di raccogliere periodicamente le notizie o le curiosità che attireranno il mio interesse, tratti da web-site tematici in lingua italiana sul mondo del Portiere. Buona lettura.responsive

Giacomo Violini, messaggio a Magni: "Ho cresciuto 31 portieri dal 1990, nessuno si prenda meriti al posto mio"

Giacomo Violini

Quella frase di Adriano Galliani su Alfredo Magni e il suo marchio sui tanti portieri partiti da Brescia, che Calciobresciano.it aveva messo all'attenzione qualche settimana fa (leggi qui), non è andata giù a molti. In primis a Giacomo Violini, che dal 1990 allena e alleva portieri a Brescia, riconosciuta da tutti - non solo dall'ad rossonero - una delle migliori scuole di portieri italiane. Basti pensare a quanti numeri uno hanno trovato la maglia azzurra negli ultimi anni partendo da qui: Agliardi, Viviano, Leali e Cragno su tutti, senza dimenticare quanto di grande sta facendo Minelli (per rendimento, il migliore nel ruolo in Serie B) o da dove partì un certo Luca Marchegiani quando era sconosciuto ai più.

Giacomo Violini è persona discreta e umile, che non alza mai la voce. Stavolta, però, ha voluto mettere i puntini sulle i. Giustamente.

In un incontro avvenuto ieri con la stampa, ha ricordato i frutti del suo lavoro con legittimo orgoglio: "Ho cresciuto 31 portieri dal 1990 a Brescia, quasi tutti hanno esordito in B e in tanti sono arrivati in Serie A. Miei portieri. E di nessun altro", ha aggiunto, per poi continuare: "Sono stato determinante nella loro carriera. Arcari l'ho allenato a 12 anni e l'ho portato a Brescia quando nessuno credeva in lui; mi sono impuntato per fare giocare Viviano quando tutti parlavano solo di Agliardi; ho portato avanti Leali e su Cragno, a parte l'ultimo anno, ho influito io. Senza parlare del lavoro svolto su Minelli e i miglioramenti fatti da Stefano rispetto alla gestione di Alfredo Magni: peccava nelle prese e negli uno contro uno, adesso sono il suo punto di forza. E' ora di smetterla di prendersi meriti che non si hanno, ignorando chi li ha".

Chiaro, anzi chiarissimo... "

di Redazione
 

( CalcioBresciano.it )

Pin It

Altre Notizie | Notizie varie dal mondo dei Portieri