Ultimi aggiornamenti del sito       Le dinamiche relazionali tra Allenatore e colleghi

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Le Progressioni Didattiche | Percorsi di crescita individuale del Portiere

responsiveresponsiveLe progressioni didattiche sono una componente fondamentale nell’attività di formazione del giovane portiere. L' allenamento del giovane portiere assume una centralità rilevante all' interno di un percorso di formazione e deve possedere come unico obiettivo quello di fare emergere le qualità psico-fisiche dell' atleta nei vari aspetti. Il raggiungimento dell' obiettivo sportivo sarà possibile solo se il preparatore, oltre alle conoscenze tecniche specifiche, metterà in gioco le proprie capacità affettive, creative, di relazione e di ascolto. In questo contesto assume un aspetto fondamentale nell'attività di formazione la definizione e la proposta di "progressioni didattiche", percorsi di crescita individuale che si articoleranno su più passaggi, atti alla comprensione, all' apprendimento ed al consolidamento di gestualità tecnico-tattiche, in forma analitica ed applicata.responsive

L' allenamento del giovane portiere assume una centralità rilevante all' interno di un percorso di formazione e deve possedere come unico obiettivo quello di fare emergere le qualità psico-fisiche dell' atleta nei vari aspetti.

Il raggiungimento dell' obiettivo sportivo sarà possibile solo se il formatore, oltre alle conoscenze tecniche specifiche, metterà in gioco anche le proprie capacità affettive, creative, di relazione e di ascolto.

In questo contesto assume un aspetto fondamentale nell'attività di formazione la definizione e la proposta di "progressioni didattiche", percorsi di crescita individuale che si articoleranno su più passaggi, atti alla comprensione, all' apprendimento ed al consolidamento di gestualità tecnico-tattiche, in forma analitica ed applicata.

responsive

Il preparatore, innanzitutto, dovrà rendere evidente, sia in modalità teorica che pratica, che le proposte inserite nella seduta di allenamento non avranno finalità di preparazione di "atleti" legati alla logica della selezione e alla valutazione sulla base esclusiva dei risultati in gara: i miglioramenti individuali saranno tali a patto che siano maturati all'interno di una logica e di una correttezza nell' espressione delle gestualità e del gioco, supportati da una crescente educazione globale socio-sportiva del singolo atleta.

Le progressioni didattiche devono pertanto essere adeguate alla reale situazione e condizione dei giovani che si allenano, finalizzate a favorire l'espressione delle diverse possibilità di ognuno, di valorizzare ogni tipo di potenzialità, senza forzature di alcun genere e senza avere in mente modelli astratti di giocatori.

Lo scopo dell'allenamento è quello di far si che tutti possano formarsi utilizzando nella maniera migliore la realtà del proprio fisico, della propria personalità, delle proprie abilità.

Una progressione didattica è una componente fondamentale nell' attività di formazione del giovane portiere. Questa può essere definita la totalità, di cui le parti sono costituite dai singoli esercizi ed il modo in cui sono collegati assieme la formula: ma ancora meglio possiamo più semplicemente dire che rappresentano il percorso per raggiungere la meta.